« La Sinistra, la Destra e la collera » : le elezioni irlandesi di febbraio 2016

24226144354_2eeb0edddc_z

 

Il Labour Party irlandese ha vissuto un’elezione disastrosa e non gli restano che sette seggi nel Dail (Parlamento irlandese)… molto poco, rapportato ai 37 che aveva ottenuto alle elezioni del 2011 ! L’Irlanda raggiunge così l’Estonia, la Lituania, l’Ungheria, la Polonia e la Grecia nel club dei paesi in cui le social-democrazie sono una specie in via d’estinzione. Fin qui, solo l’Italia ha saputo salvare il suo partito social-democratico attraverso una serie di abili fusioni e di direttive popolari: ma tutti i partiti, soprattutto i più deboli, non hanno un Matteo Renzi disponibile dietro le quinte. Per il resto, non è una soluzione per i paesi che hanno già tentato la politica detta della “terza via” e che l’hanno vista fallire. Il Labour irlandese non ha mai ottenuto la maggioranza e, in generale, è sempre stato considerato come un piccolo partito preso in sandwich tra i due grandi partiti di centro destra eredi della guerra civile, il Fianna Fail (FF) e il Fine Gael (FG). Tuttavia, è stato un innegabile vettore di maggiore dinamismo sociale positivo durante i suoi più di cent’anni d’esistenza.

 

Continua a leggere

 

(Illustrazione : GiuseppeMilo via Flickr, Licence Creative Commons)

Auteur(s) de cet article :

Share

Pin It

Comments are closed.